domenica 3 maggio 2009

Erborista


Da giovedì comincio un corso di erboristeria. Mi sembra una cosa strana e allo stesso tempo ne sono arciconvinta. Lo strano è vedermi a impiastricciare creme e maneggiare alambicchi; la convinzione invece è data dall'amore sviscerato che ho per tutto quello che è natura. Mi affascina scoprirne i segreti, andare oltre la bellezza e trovare anche la bontà, la generosità, la partecipazione.
Un altro modo per capire che "Omnia ab Uno, in Unum omnia".

8 commenti:

zefirina ha detto...

perchè strana???? ti ci vedo proprio

artemisia ha detto...

Anch'io ti ci vedo. Magari a forza di maneggiarle comincerai ad usarle anche, le creme... io e il mio amico truccatore (ti ricordi??) non abbiamo perso la speranza!

Per i tuoi prodotti mi offro come cavia.

tommi ha detto...

più che strana, originale! spero che ti sia utile e che ti appassioni!

giardigno65 ha detto...

apprendista stregone ?

rodocrosite ha detto...

@Zefi: la sento strana perché è una cosa nuova. Però mi ci vedo anch'io!

@Arte: accetto la proposta di averti come cavia, tanto io quelle cremine non me le metto!

@Tommi: mi ha già appassionato e devo ancora cominciare.

@giardigno: solo adesso facco caso al tuo nick: quindi hai un giardino??

artemisia ha detto...

No casomai avrà un giardigno, con la vasca del cigno, a Livigno.

:)

rodocrosite ha detto...

E per assonanza sarà guardingo.
;)

artemisia ha detto...

Eh no!!!
Per assonanza sarà guardigno...