sabato 19 settembre 2009

La mattina presto


Alzarsi la mattina alle 6 per andare a lavorare è dura, non c'è che dire. Però poi una volta fuori per la strada basta guardarsi un po' intorno e si scoprono dei veri gioielli.
Intanto niente traffico o quasi. Si incontra qualche tiratardi che strascicando i piedi sogna finalmente il letto. Ci sono i venditori ambulanti che spingono il loro barroccino, ma ormai sono tutti elettrici, e cominciano ad allestirlo in vista dei prossimi turisti. Passando davanti al Duomo si sente rumore di lattine che ruzzolano: gli spazzini muovono le lunghe granate di saggina come fossero falci fienaie. E appena oltre San Marco, davanti al Giardino de' Semplici c'è sempre un tizio che pulisce il marciapiede; sembra vecchio, ma chissà, ha una giacca a vento rossa sporchissima che tiene anche d'estate, si è organizzato con scopa, cassetta e sacco di plastica e si fa tutto il pezzo dai viali in giù: è il suo modo di sentirsi utile. Costeggiando il Mugnone l'aria diventa appena più fresca per via dell'acqua e degli alberi e alzando gli occhi magari si vede passare un airone bianco.

Da lì in poi comincia la città più brutta, quella fatta solo per il comodo, non per il bello e allora si smette di osservare e ci si dirige piano piano con la mente alla quotidianità.

E' proprio bella però la mattina presto.

9 commenti:

desaparecida ha detto...

di sera....mi hai fatto fare una bella e frizzante passeggiata mattutina,grazie! :)

tommi ha detto...

condivido in pieno, atmosfera e aria impagabile quella che si vive all'alba, da provare almeno per un periodo della nostra vita.

rodocrosite ha detto...

@Desa e Tommi: ma voi due non dovevate venire a Firenze??

desaparecida ha detto...

eccome no??
Mi sto mangiando le mani l'unica cosa integra dopo un'estate devastante,credimi!

Ho bisogno della pace zen che un anno fa ho respirato a firenze (sai venendo dalla sicilia)...e poi quella mostra di cristalli e pietre...!

rodocrosite ha detto...

@Desa: ma la mostra sta per finire! Dura solo fino al 30 settembre.

sileno ha detto...

All'alba la città è intima e ti appartiene, poi il rumore, la fretta, e un' umanità persa e indifferente e la città non è più tua.

sileno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sileno ha detto...

Il post cancellato era una duplicazione, chiedo scusa.
Sileno

rodocrosite ha detto...

Ciao Sileno; hai ragione, la città all'alba vale la pena di essere vista, ma poi....
Sto pensando sempre più spesso di trasferirmi in campagna.